Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Servizi di controllo antidroga a Scampia e Secondigliano


Servizi di controllo antidroga a Scampia e Secondigliano
20/07/2012, 17:40

Questa notte, nel quartiere scampia, durante i servizi straordinari di controllo predisposti sull’area di secondigliano che da giugno a oggi hanno portato all’arresto in flagranza per violazione alla legge sulla droga di 65 persone, all’arresto su provvedimento della magistratura di 22 soggetti e alla denuncia in stato di altre 94, i carabinieri della locale stazione insieme a colleghi della compagnia d’intervento operativo del battaglione campania durante perquisizione operata d’iniziativa nelle pertinenze del lotto t in via ghisleri, ormai diventato una “piazza di spaccio” sotto il controllo del gruppo camorristico degli scissionisti “abete – notturno”, hanno scoperto dentro un tombino 44 dosi di crack del peso complessivo di circa 50 grammi e una notevole quantità di munizioni per pistole semiautomatiche 50 calibro 45, 14 calibro 40, 53 calibro 9 oltre a un caricatore per pistola glock 9 millimetri e un disturbatore di frequenze gps - gprs (un apparato radio che genera costantemente segnali in grado di inibire il funzionamento delle parti riceventi di telefonini, localizzatori gps - gsm e microspie audio e video).
Il sequestro si aggiunge a qulli già operati che da giugno a oggi hanno portato al rinvenimento di 2 armi lunghe e 6 pistole.
Sull’area di secondigliano e scampia continuano senza sosta i servizi contro lo spaccio di stupefacenti che attira in zona soggetti provenienti anche da altre regioni (oggi sono stati arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio 2 giovani che erano venuti a scampia partendo da verbicaro (cs) per fare rifornimento di droghe pesanti e leggere.
Dal 1° giugno sull’area sono stati sottoposti a sequestro circa 2,2 chilogrammi di stupefacenti già confezionati in dosi per lo smercio, tra le quali anche l’amnesia (marijuana imbevuta in residui di eroina o in metadone che oltre a causare gravi danni genera una fortissima dipendenza).

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©