Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Servizio Civile Nazionale: incontro con il senatore Giovanardi a Città della Scienza, Napoli


Servizio Civile Nazionale: incontro con il senatore Giovanardi a Città della Scienza, Napoli
20/09/2012, 11:46

Sarà presentato venerdì 21 settembre (ore 15,00) a Città della Scienza (Sala Averroè) a Bagnoli, Napoli, il libro “Le vie del Servizio Civile. Giovani e virtù civiche tra Europa Unita e processo di globalizzazione” (Gangemi editore, Roma 2011) di Raffaele Michele De Cicco, dirigente dell’Ufficio di Coordinamento per il Servizio Civile Nazionale.

Con l’autore interverrà il senatore Carlo Giovanardi, già sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri con delega al Servizio Civile Nazionale. Saluti di Vincenzo Figliolia, sindaco di Pozzuoli e del presidente dell’associazione Un’Ala di Riserva Alfonso De Martino; introduzione di Paolo De Martino, responsabile servizio Civile dell’associazione Un’Ala di Riserva ed interventi di Enrico Maria Borrelli, presidente nazionale Amesci e Aniello Pirozzi, responsabile area formazione dell’associazione Un’Ala di Riserva.

Saranno presenti: Ermanno Russo, assessore Regione Campania alle politiche sociali, Filippo Monaco, assessore Provincia di Napoli al servizio civile, Ermanno Schiano, sindaco di Bacoli e Francesco Paolo Iannuzzi, sindaco di Monte di Procida. Modera Ciro Biondi, giornalista.

L’evento si svolge con il patrocinio morale dell’Ufficio Servizio Civile Nazionale, della Regione Campania, del Comune di Pozzuoli, del Comune di Bacoli, del Comune di Monte di Procida e di Città della Scienza


Contenuto del libro.
Nel 150° anniversario dell'unità d'Italia ed al 10° dalla nascita del Servizio Civile Nazionale Raffaele M. De Cicco si interroga se quest'ultimo, quale istituto finalizzato alla difesa della Patria, abbia ancora un ruolo da giocare nella società pervasa dalla globalizzazione, oppure se le virtù civiche appartengano ad un mondo che non esiste più. Attraverso la ricostruzione della via italiana al servizio civile, ancorata alle tappe del processo di modernizzazione del paese, l'autore fornisce una risposta positiva ed originale al quesito iniziale attraverso la definizione di un nuovo paradigma e di una nuova missione dell'istituto. Dai risultati di una ricerca comparata sui servizi civili in cinque paesi europei l'autore trae lo spunto per ipotizzare un servizio civile europeo, distinto ed autonomo da quelli nazionali, al quale assegnare una finalità precisa individuata in questa fase storica nella rivitalizzazione dell'idea del processo di unione e, quindi, nella costruzione di una vera cittadinanza europea, comprensiva anche dei diritti culturali, nel quadro di una società multietnica e multiculturale.

Raffaele Michele De Cicco
, laureato in sociologia, ha svolto attività di ricerca economica e sociale e di pianificazione industriale e commerciale. Entrato nella Pubblica Amministrazione nel 1988 è attualmente Consigliere dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l'incarico di Coordinatore dell'Ufficio del servizio civile. Dal 1994 si occupa di servizio civile prima presso il Ministero della difesa e poi presso l'Ufficio nazionale per il servizio civile.

Presentazione Associazione Un’Ala di Riserva
Un’Ala di Riserva è un’associazione di volontariato costituita nel 2005. L’Associazione, con sede centrale a Pozzuoli (Na), opera su tutto il territorio nazionale attraverso più di 100 sedi operative e 330 volontari del servizio civile.  Attraverso la promozione di una cultura di partecipazione e di collaborazione tra individui, gruppi ed enti, Un’Ala di Riserva vuole favorire lo sviluppo del benessere della comunità territoriale ed un miglioramento della qualità della vita, individuale e collettiva. Essa è impegnata in progetti continuativi e attività a medio/breve termine finalizzate alla promozione e all’animazione sociale di minori, di disabili e di adulti con disagio, specifico o diffuso.  In particolare, stabilmente, vengono svolte le seguenti attività: · Centro di Ascolto, aperto ai più bisognosi; distribuzioni di indumenti e pacchi alimentari, grazie alla collaborazione con il Banco Alimentare della Campania; corsi di formazione e stage su tematiche di ampio raggio come senso del volontariato, superamento della conflittualità, pace e non violenza, consumo critico; ostello per i giovani; coordinamento Servizio Civile e Volontariato. Per quel che riguarda in particolare l’area minori sino ad ora sono stati realizzati:  campi estivi e natalizi volti all’apertura delle strutture scolastiche nel tempo libero e nei periodi di chiusura delle stesse; laboratori scolastici di recupero motivazionale degli alunni e di prevenzione della dispersione scolastica; progetto Famiglia-Amica; conduzione di ludoteche e centri di aggregazione giovanile, compartecipazione a progetti di diffusione del volontariato verso i giovani come Scuola e territorio del Csv di Napoli; progetti di prevenzione primaria specifica (bullismo, devianza giovanile, corretta alimentazione); progetti di promozione sociale (protagonismo giovanile ed associazionismo).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©