Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Realtà o ennesima rielaborazione della leggenda dei ’33 cl’?

Sesso orale agli invitati, 18enne finisce in ospedale


Sesso orale agli invitati, 18enne finisce in ospedale
12/08/2009, 15:08

Invece della classica bomboniera, meglio un regalino particolare. Questo deve aver pensato la neodiciottenne di Sanremo che, urlando “ho compiuto 18 anni e ora posso fare quello che voglio”, durante i festeggiamenti ha ‘intrattenuto’ un gruppo di invitati praticando loro sesso orale. Le cose però sono precipitate dopo diciotto rapporti continui, con la ragazza che, complice anche l’alcol, si è sentita male ed è stata trasportata in ospedale per una lavanda gastrica. La notizia, riportata dal sito Ciaopeople Magazine, sta rimbalzando sui media. Vero? Falso? I dubbi sono legittimi, visto che i particolari sono veramente pochi. Tralasciando le testimonianze dirette (che in questo caso sono sempre di seconda o terza mano), il sospetto è che si tratti dell’ennesima leggenda metropolitana raccontata come se fosse realmente accaduta.
Basta chiedere a qualsiasi appassionato di queste ‘favole dei giorni d’oggi’ per scoprire che un evento del genere ormai fa parte dell’immaginario collettivo, quando si parla di ‘leggende hot’. Milioni di internauti da anni fantasticano sulla ragazza ‘dei 33 cl’, quella della storiella che circola da anni e che ricalca, quasi perfettamente, l’episodio che sarebbe avvenuto a San Remo: in tutti i casi si tratta di una ragazza che sta festeggiando il proprio diciottesimo compleanno e che, dopo aver deciso di regalare sesso orale agli amici, finisce in ospedale per una lavanda gastrica. I trentatré centilitri sarebbero quelli estratti dal suo stomaco, ed è facile immaginare di cosa si sta parlando.
 I particolari, come al solito, ci sono tutti: la ragazzina incosciente che sceglie di fare una cosa che i genitori non avrebbero approvato, il sesso, la punizione finale. Ancora una volta la cronaca si confonde con le leggende metropolitane. Aveva già fatto scalpore, alcuni mesi fa, la notizia che due amanti erano rimasti incastrati in un ipermercato di Brescia, durante un focoso rapporto anale; una storiella identica alla leggenda degli ‘amanti incastrati’, ma che spesso viene spacciata per vera dopo aver cambiato soltanto il luogo dove sarebbe avvenuta. Questa volta è toccato alla leggende dei ’33 cl’.

Commenta Stampa
di GF
Riproduzione riservata ©