Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'uomo, 28enne, ammette che la donna era consenziente

Sesso violento in stazione Termini. Arrestato palestinese


Sesso violento in stazione Termini. Arrestato palestinese
12/02/2010, 20:02

ROMA - Un uomo è stato arrestato a Roma dalla polizia per violenza sessuale e lesioni gravi ai danni di una donna, aggredita nella notte in un sottopassaggio della stazione Termini la scorsa notte.
Si tratta di un 28enne palestinese, fermato dagli agenti di polizia alle prime luci dell’alba. L’uomo è accusato di violenza ai danni di una donna italiana di 42 anni. I fatti, ricostruiti dagli inquirenti, hanno portato alla luce alcuni momenti della serata trascorsa dai due protagonisti. Il palestinese e la donna romana si sarebbero conosciuti proprio alla stazione. Dopo aver acquistato insieme una bottiglia di vino, l'uomo avrebbe proposto alla donna di bere in un posto tranquillo. Così si sarebbero diretti insieme verso il sottopassaggio di corso Italia dove l'uomo avrebbe offerto alla donna alcuni bicchieri fino a farle perdere i sensi.
Poi la violenza sessuale, con l’aggiunta di percosse fisiche. Qualcuno di passaggio nella stazione, ha così telefonato al 113 segnalando le grida d'aiuto provenienti dal sottopassaggio, scarsamente illuminato. Sul posto sono giunti gli agenti del Commissariato Salario Parioli, che hanno immediatamente soccorso la vittima, in stato confusionale e con il naso sporco di sangue, ed hanno richiesto l'intervento dell'ambulanza che l'ha accompagnata presso l'ospedale Umberto I dove è stata medicata e ricoverata per frattura scomposta del setto nasale. L'uomo, fermato dagli agenti, ha dichiarato che si trattava di un rapporto sessuale consenziente. Dovrà però spiegare i motivi delle percosse fisiche, mentre si attende che la donna venga rimessa dall’ospedale per procedere ad interrogatorio. 

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©