Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sfuggì a commando boss Setola, arrestato


Sfuggì a commando boss Setola, arrestato
12/05/2009, 15:05

Tra le persone arrestate dal Gico della Guardia di Finanza di Firenze nell'ambito dell'operazione "Botero" che ha condotto alla scoperta di un'organizzazione dedita al riciclaggio e all'usura legata a clan della camorra, c'è anche Salvatore Orabona, il 37enne di Trentola Ducenta (Caserta) che lo scorso 12 dicembre sfuggì ad un agguato del boss Giuseppe Setola che lo voleva morto. Il commando, formato da sei persone e guidato dallo stesso Setola, sparò oltre 120 colpi di pistola e kalashnikov contro l'abitazione di Orabona e, per sbaglio, contro una villetta poco distante dove una donna, Giuseppina Molitierno, estranea all'organizzazione, rimase ferita. La spedizione rappresentava l'ala stragista del clan dei Casalesi. Tutti i componenti del gruppo sono stati poi arrestati tra dicembre e gennaio. Il Gico di Firenze ha arrestato Salvatore Orabona con le accuse di riciclaggio e di ricettazione di auto con l'aggravante del metodo mafioso. Secondo le indagini era lui che si preoccupava di smistare verso Spagna e Germania autovetture provento di attività illecite collegate all'organizzazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©