Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sgomberato l'Horus a Roma, Girlando chiede chiarezza


Sgomberato l'Horus a Roma,  Girlando chiede chiarezza
21/11/2009, 09:11


ROMA - "La vicenda è più complicata di quanto si pensi. Il centro Horus era un importante connettore sociale, un centro di aggregazione non indifferente per la zona. E' stata veramente un'operazione per il bene del territorio e della sicurezza?". Questa la domanda che si pone il vice responsabile romano dell'Italia dei Diritti, Giuliano Girlando, in merito al blitz che ha portato allo sgombero del centro sociale Horus di piazza Sempione. Finisce così la fragile tregua tra Campidoglio e centri sociali dopo che, ieri mattina, polizia e carabinieri hanno fatto irruzione all'Horus dando il via a una giornata di alta tensione. "Ho il sospetto che questi siano delle operazioni mirate, che eleggono a bersaglio solo certi obiettivi - continua l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -; è comunque sempre necessario considerare le finalità sociali di questi gruppi. Bisogna che ci sia chiarezza da parte del Comune attraverso una regolamentazione univoca".
Lo scontro politico intanto si fa sempre più caldo tra chi ritiene che l'intervento delle forze dell'ordine sia un atto giustificato per il ripristino della legalità e chi rivendica questi spazi di aggregazione. "Anche queste forme di socialità hanno bisogno di essere tutelate, e il sindaco Almanno, sulle politiche giovanili, non sembra avere una linea chiara", aggiunge Girlando. "Non bisogna infatti dimenticare - conclude - che esiste un problema di carenza di spazi culturali, che è ben diverso e lontano dalla questione sulla sicurezza".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©