Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sgominata banda di rapinatori a Brescia, Grazioli commenta


Sgominata banda di rapinatori a Brescia, Grazioli commenta
22/10/2009, 16:10


BRESCIA. "Un plauso alla Polizia che è riuscita a placare la ferocia con cui questa gang ha seminato il panico in città e nell'hinterland bresciano. Un caso difficile che salda ancor di più la fiducia tra cittadini e i nostri agenti".
E' questo il commento di Sergio Grazioli, vice responsabile per la provincia di Brescia dell'Italia dei Diritti, alla notizia dell'arresto di due uomini che, dal gennaio all'aprile 2009, hanno messo a segno 11 rapine.
Gli illeciti sono stati sempre accompagnati da violenze fisiche contro le malcapitate vittime. I due ladri, padre e figlio siciliani di 49 e 28 anni, con la complicità di un senegalese, hanno svaligiato rivendite di tabacchi, distributori di benzina, negozi di abbigliamento, concessionarie di auto, studi professionali oltre agli uffici della ditta che gestisce il macello pubblico bresciano. "In una società civile come la nostra è necessario affidare alla giustizia gente barbara come questa - afferma il rappresentante provinciale del movimento presieduto da Antonello De Pierro - gli inquirenti hanno svolto un eccellente lavoro che dimostra l'assoluta infondatezza e non necessità delle ronde cittadine".
L'ipotesi della Polizia e' che la banda si servisse della complicità di un quarto uomo, un basista sul quale fare affidamento per la programmazione degli obiettivi. Le indagini proseguono anche se i tre rimangono in carcere. "Non serve l'intervento diretto dei cittadini per garantire la pubblica sicurezza, ma bisogna dotare le nostre forze dell'ordine di maggiori strumenti economici e scientifici con cui poter garantire l'ordine", conclude Grazioli. "Solo aumentando la sorveglianza e dotando i nostri agenti di mezzi efficaci contro il crimine si può pensare di ripristinare la legalità e combattere la criminalità"

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©