Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Shopping con assegni rubati, arrestato


Shopping con assegni rubati, arrestato
22/09/2009, 10:09


Se ne andava in giro come un imprenditore insospettabile e col portafogli pieno per acquistare oggetti, capi di abbigliamento e materiale informatico. Unico particolare, tutt’altro che trascurabile, i suoi assegni erano di provenienza furtiva. E’ finito in manette, con l’accusa di truffa e ricettazione, Tiziano G., 23enne di Castelnuovo Cilento. Il giovane è stato tratto in arresto a seguito di un ordine di ripristino degli arresti in carcere in esecuzione di una sentenza divenuta esecutiva nel dicembre del 2008.  Il suo shopping truffaldino era stato scoperto a seguito di diverse settimane di indagine. Da tempo, infatti, pervenivano ai carabinieri denunce di commercianti della zona che lamentavano di aver ricevuto in pagamento per l’acquisto di propri prodotti assegni che, una volta versati in banca, erano risultati rubati. I militari della compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal capitano Daniele Campa, avevano voluto vederci chiaro. 
L’indagine, coordinata dal sostituto procuratore del tribunale di Vallo della Lucania Renato Martuscelli, aveva portato a scoprire che dietro il giro di assegni ricettati c’era Tiziano G. Il giovane, su ordine di custodia cautelare, fu tratto in arresto. Successivamente venne scarcerato. 
Oggi, a distanza di circa un anno, è arrivato un nuovo provvedimento restrittivo per il 23enne di Castelnuovo che aveva ingannato diversi commercianti del Cilento.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©