Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si avvicina l'inizio delle scuole, scattano i rincari


Si avvicina l'inizio delle scuole, scattano i rincari
25/08/2009, 09:08

Come tutti gli anni, quando finisce la parte massiccia del controesodo dalle vacanze, comincia la corsa agli acquisti per l'inizio delle scuole. E come tutti gli anni è guerra di cifre. Da una parte i librai, che assicurano che non ci sono stati aumenti nel prezzo dei libri per la scuola; e anzi, lamentano che la grande distribuzione, proponendo sconti anche del 20% sui libri scolastici, fa una concorrenza sleale. Poi c'è il governo, che - tramite il Ministro all'Istruzione Maria Stella Gelmini - assicura di aver preso tutte le misure a difesa delle tasche dei consumatori (tetti di spesa per i libri, obbligo di mantenere testi che non cambiano ogni anno, appendici e integrazioni scaricabili da Internet); misure che però sembra stiano mostrando una totale inefficacia. E infine le associazioni dei consumatori, che denunciano dei prezzi sempre più alti non solo per i libri, ma anche per zaini, diari, astucci e tutti gli accessori. Chiaramente i bambini che stanno davanti alla TV non possono fare a meno (se no altro che strilli, si sentono) degli accessori dei personaggi del momento: che si tratti dei Gormiti, delle Winx, di Dragon Ball, della sempreverde Barbie o magari di Pucca, basta che sia firmata. Ma sono cose che si pagano, e a caro prezzo, come scoprono i genitori ogni anno.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©