Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La ragazzina aveva 13 anni. In carcere il padre

Si credeva posseduta dal diavolo: muore per esorcismo


Si credeva posseduta dal diavolo: muore per esorcismo
27/09/2011, 12:09

Potrebbe sembrare la trama di un film horror, ma così non è. E a rimetterci la vita è stata una ragazzina giapponese di 13 anni. I genitori, dopo che la ragazzina aveva sofferto per lunghi anni di disagi fisici e mentali che i dottori non erano riusciti a curare, hanno creduto che la figlia fosse posseduta dal diavolo. Si sono rivolti per questo ad un monaco di 56 anni, appartenente ad una setta buddista: la diagnosi del monaco è appunto stata che la ragazzina era posseduta da “spiriti maligni”. Così la teenager era stata iniziata al particolare rito di purificazione, di derivazione scintoista: è stata legata a una sedia e immersa sotto un potente getto d’acqua che l’ha portata al soffocamento. In questo rito l’acqua viene pompata dal sottosuolo ad un altezza di circa due metri e mezzo e quindi ricade sulla persona che si trova seduta sotto. Una pratica a cui la 13 enne era stata sottoposta 100 volte prima della seduta che si è poi rivelata fatale. L’incidente è avvenuto il 27 agosto, ma se ne è avuta notizia soltanto ora ed entrambi gli uomini (il monaco buddista e il padre della ragazzina) sono stati arrestati.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©