Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Ragazze senza problemi economici,lo facevano per arrotondare

Si prostituivano a 14 anni, denunciate da un cliente


Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
27/02/2014, 16:30

VENTIMIGLIA (IMPERIA) - Prostituirsi per arrotondare la loro paghetta: questa la decisione di tre ragazzine di 14 anni di Ventimiglia, in provincia di Imperia. Una decisione facile da realizzare: un annuncio su Internet (senza psecificare l'età), poi il contatto e l'accordo con i clienti, ed infine l'incontro, di solito dopo la scuola nelle macchine degli uomini. La tariffa variava dai 30 ai 50 euro, a seconda se il rapporto sessuale era parziale o completo. In ogni caso, non veniva usato il preservativo. 

Le cose sono andate avanti per quasi un mese, finchè un cliente, andato all'appuntamento, si è trovato di fronte una quattordicenne e ha rinunciato. Però ha anche avvertito la Polizia di Ventimiglia, che ha fatto dei controlli, sequestrando anche i cellulari e i computer delle ragazze. Per ora risultano indagate sei persone, ma è probabile che il loro numero sia destinato ad aumentare. 

Le ragazze non vivevano in contesti con problemi economici o di difficoltà sociale. Erano figlie di coppie normali. E quando hanno parlato con gli investigatori, le ragazze hanno detto che lo facevano per avere qualcosa di soldi in più in tasca. I genitori, dal canto loro, hanno riferito che le ragazze avevano sempre delle scuse plausibili, per giustificare i soldi in più di cui avevano la disponibilità, per cui non avevano mai sospettato che la provenienza fosse la prostituzione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©