Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Spirata oggi all'ospedale San Paolo di Milano

Si spegne a 78 anni la poetessa Alda Merini


Si spegne a 78 anni la poetessa Alda Merini
01/11/2009, 19:11

MILANO - Si è spenta oggi, alle ore 17:30 presso l'ospedale S.Paolo di Milano, Alda Merini. Nata nel 1931 nella capitale italiana della moda, la Merini è stata una delle più grandi voci poetiche del novecento.
E' proprio il nosocominio lombardo a diffondere le prime note di dolore per la scomparsa dell'artista:"Nosocomio che da anni l'ha avuta in cura e a cui ha dedicato profonde riflessioni poetiche oltre a una scultura di forte richiamo a un periodo travagliato della sua vita. Il suo atteggiamento e la sua sensibilità hanno lasciato un profondo ricordo negli operatori sanitari del reparto di cura di Oncologia e cure palliative al quale si è rivolta nella consapevolezza di un supporto al disagio fisico e psicologico che la malattia le ha riservato nell'ultimo periodo della sua esistenza".
Aveva iniziato a comporre poesie all'età di 16 anni e si era avvicinata con successo al mondo della letteratura grazie a quello che da sempre è considerato il suo scopritore: Giacinto Spagnoletti. Già la sua prima opera, pubblicata nel 1953 ed intitolata La presenza di Orfeo, le regalò discreta fama ottenendo un grande successo di critica. Nel 1993 la poetessa riceve il premio Librex-Guggenheim Eugenio Montale con quello che viene targato come il suo capolavoro: Terra Santa. Come quella di quasi ogni grande artista, anche la vita della Merini è stata caratterizzata da sofferenze enormi e da periodi difficili e distruttivi. Nelle sue opere, infatti, grande spazio è sempre stato riservato alla malattia mentale che la accompagnò per diversi anni a periodi alterni.
Nel 1998, in un'intervista rilasciata al giornalista del Messaggero Luigi Vaccari, la Merini dichiarò infatti di aver subito degli  degli elettroshock; perdendo più volte il contatto con la realtà.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©