Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Vittima un romeno di 43 anni

Si tuffa nell'Adige per salvare amico ed annega


Si tuffa nell'Adige per salvare amico ed annega
25/07/2010, 18:07

Nonostante poco prima di mezzogiorno, dopo essersi tuffato in Adige, fosse stato salvato a fatica da un connazionale, un romeno di 43 anni ha voluto ritornare in acqua ma il secondo bagno gli è stato fatale. Ha perso la vita così oggi, poco dopo le 15.30, Pavel Cojocaru romeno di 43 anni da tempo a Verona senza fissa dimora. L'uomo si era recato in compagnia di un connazionale e una amica moldava sulle rive dell'Adige in località Pestrino nei pressi del capoluogo. Dopo aver assaggiato, come riferito dagli amici alla polizia, alcuni alcolici Cojocaru aveva cercato refrigerio in acqua: la corrente lo aveva però quasi subito travolto e c'era voluta tutta l'abilita del suo amico per riportarlo vivo a riva. Un secondo bagno qualche ora più tardi gli è stato fatale: gli amici e alcuni italiani presenti lo hanno visto dibattersi inutilmente tra le onde. Il corpo senza vita dello straniero è stato recuperato dai vigili del fuoco, 500 metri a valle da dove si era tuffato. Il magistrato di turno ha già disposto la restituzione della salma alla famiglia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©