Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

A sorpresa Napoli è la più sicura

Sicurezza, aumentano furti in casa. Record a Roma


Sicurezza, aumentano furti in casa. Record a Roma
01/08/2012, 12:41

Sono in aumento i furti nelle abitazioni denunciati dalle forze di polizia all'autorita' giudiziaria, e fra le grandi citta' italiane il primato negativo per numero di furti spetta a Roma, mentre Verona ha la percentuale piu' alta di autori dei furti scoperti e assicurati alla giustizia. Secondo i dati raccolti dall'Istat ed elaborati dall'Osservatorio sulla sicurezza sussidiaria e complementare dell'Assiv, l'associazione della vigilanza privata aderente a Confindustria, in cinque anni, dal 2006 al 2010, il numero dei furti in casa e' salito da 141.600 a 169.163 con un aumento del 19,5%. Purtroppo, informa una nota dell'Assiv, la grande maggioranza dei furti nelle abitazioni resta senza colpevoli. Nel 2010, a Roma, che ha il numero piu' alto di furti con 7.900 delitti denunciati, la percentuale di malviventi scoperti e' pari al 2,2% del totale. Al secondo posto Milano con 6.168 furti dei quali solo per l'1,6% viene scoperto l'autore.

I dati sfatano invece i luoghi comuni sulle citta' meridionali invasi dalla criminalita': Napoli, per esempio, registra solo 800 furti nelle abitazioni, con un indice fra i piu' bassi sul totale della popolazione (83 ogni 100mila abitanti), e presenta anche un'elevata percentuale di malviventi individuati (4,1%). Le abitazioni piu' sicure sono a Verona, che registra 459 furti (numero piu' basso in assoluto) e con il 4,8% la percentuale piu' alta di casi risolti. L'associazione ricorda infine che i mesi estivi sono sempre quelli preferiti dai topi di appartamento e invita, dettando alcuni consigli, a prendere opportune precauzioni prima di partire per non avere brutte sorprese al ritorno dalle vacanze: in primis non fornire indicazioni ne' sul numero di persone che abitano nell'appartamento ne' sull'eventuale partenza, evitando di utilizzare per la segreteria telefonica la formula ''siamo assenti'' ma preferire ''in questo momento non possiamo rispondere (parlando al plurale anche se si abita da soli) e indicando solo il cognome sia sul citofono che sulla cassetta (il nome identifica l'individuo, il cognome la famiglia); sarebbe utile, se si sta via a lungo, non far accumulare la posta nella cassetta, chiedendo a un vicino di ritirarla, e, in assenza di misure antintrusione, fotografare tutti gli oggetti di valore contenuti in casa allo scopo, in caso di furto, di avere piu' probabilita' di ritrovarli in mezzo al bottino recuperato dalla polizia in qualche retata. Infine, sottolinea l'Assiv, l'attivazione di un servizio di pronto intervento su allarme che assicuri un rapido intervento sul posto di una guardia giurata armata, eviterebbe i gravi rischi derivanti da un intervento personale da parte di familiari o amici cui vengono affidate le chiavi e di avere brutte sorprese che rovinano le vacanze.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©