Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il progetto sarà esteso pian piano in altre aree della città

Sicurezza e accoglienza, da oggi vigili in bici

Auricchio: “Nuova modalità con cui espletare il servizio”

.

Sicurezza e accoglienza, da oggi vigili in bici
29/08/2012, 13:03

NAPOLI – Piazza Triesto e Trento, zona Teatro San Carlo e via Toledo. Sono queste le aree che i vigili in bici, attivi da oggi, presidieranno. Gli agenti saranno in totale quattro, due uomini e due donne,  con turni di servizio dalle 8.30 della mattina fino alle 22.30 della sera. Il progetto, che coinvolge la Polizia Municipale ed è garantito dall’unità operativa di Chiaia, ha come scopo preciso quello di  sviluppare la mobilità sostenibile. Uno dei tanti traguardi che la giunta de Magistris si è posta nei cinque anni.

“E’ una nuova modalità con cui espletare il servizio - specifica Attilio Auricchio, comandante della Polizia Municipale e capo di Gabinetto a Palazzo San Giacomo– già in realizzazione da qualche mese. Vogliamo garantire massima fruibilità e sostenibilità ambientale, dando l’esempio a tutti i cittadini. Via Toledo, giusto per citare una zona, è già presidiata da pattuglie a piede da qualche tempo, abbiamo provato anche con auto elettriche in altre aree, ora ci sembrava doveroso implementare il servizio con il mezzo a pedale”.

I vigili in bici non avranno, però, solo il compito di controllare il territorio: saranno anche un punto di riferimento per turisti e cittadini. Accoglienza e assistenza, infatti, saranno le nuove parole d’ordine.

“L’obiettivo è quello di garantire un servizio in più con utilizzo di personale specializzato – prosegue Auricchio – con conoscenza della lingua ed esperto nel contatto con il pubblico e specialmente con i turisti, che in questa estate hanno affollato la nostra città”.

E dalla prossima settimana, il progetto sarà esteso anche ad altre zone della città: coinvolgerà Piazza del Plebiscito, via Cesario Console, Santa Lucia e tutto il Lungomare. “Sul Lungomare – conclude il comandante dei caschi bianchi – è stato attivato già un servizio in via sperimentale con l’auto elettrica in dotazione. Sicuramente, rimoduleremo il piano e i nostri uomini gireranno in bici anche su tutta via Caracciolo”. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©