Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Più di 450 mila i manifestanti in piazza al-Assai

Sicurezza siriana continua a sparare sulla folla.15 morti

Stampa di Stato:Washington sta aggravando la situazione

Sicurezza siriana continua a sparare sulla folla.15 morti
08/07/2011, 18:07

Ancora manifestazioni in Siria dove ancora una volta le forze di sicurezza siriane hanno aperto il fuoco sulla folla.
Questa volta le vittime sono state almeno 15 manifestanti, di cui uno di questi presso il centro di Damasco.
Sono proprio gli attivisti e residenti a riferire le continue sparatorie e le agitazioni che il paese vive quotidianamente.
La piazza al-Assai nella città ribelle di Hama è ormai stracolma di persone. Attualmente sono circa 450.000 i manifestanti che richiedono la caduta del Governo, mentre altri devono ancora arrivare.
È stato il responsabile dell’Osservatorio siriano dei Diritti dell’Uomo, Rami Abdel Rahmane a comunicarlo che ha poi continuato «Dozzine di migliaia di manifestanti hanno recitato la preghiera del venerdì in piazza.
Nuove critiche sono nate sulla presenza dell’Ambasciatore statunitense che senza autorizzazione del ministro degli esteri, a Homa. Secondo quanto citato dalla stampa di Stato, che ha citato “fonti ufficiali” del Ministero degli Esteri, non è stato rispettato quanto “ precisato nelle istituzioni distribuite più volte a tutte le ambasciate nel Paese” e questa “è una chiara prova del coinvolgimento degli Usa nei recenti eventi in Siria”.
Concludendo con la costatazione che Washington “sta cercando di aggravare la situazione che sta destabilizzando la Siria”.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©