Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SICUREZZA STRADALE IN CAMPANIA E MOLISE: PRESENTATI I RISULTATI RELATIVI AL 2008


SICUREZZA STRADALE IN CAMPANIA E MOLISE: PRESENTATI I RISULTATI RELATIVI AL 2008
12/01/2009, 17:01

Una conferenza stampa per illustrare il resoconto dell'attività di prevenzione e controllo sul territorio svolta dalla Polizia Stradale della Campania e del Molise nel 2008, ha avuto luogo questa mattina nella sede del Commissariato Francesco Di Rauso, presieduta dal dirigente Ciro Nobile, con gli interventi del direttore del Centro Operativo Autostradale di Napoli, Giovanni Consoli, e del comandante della Polizia Stradale di Napoli, Giovanni Busacca. La capillare e attenta attività di vigilanza messa in opera dalla Polstrada, che ha dispiegato 39.253 pattuglie lungo autostrade, tangenziali, strade statali e provinciali, con 108 equipaggi giornalieri deputati al controllo e all'attuazione di misure repressive nei confronti dei trasgressori delle norme del codice della strada, ha consentito il raggiungimento di risultati soddisfacenti nel 2008, con una riduzione del 50% del tasso di mortalità sulle strade rispetto al 2007, e una diminuzione del 5,3% dei sinistri. Le unità di pattugliamento aumentano nel fine settimana, concentrandosi in prossimità di luoghi di divertimento come le discoteche, per prevenire le cosidette "stragi del sabato sera", e sono più che raddoppiati i controlli a tappeto con etilometro e precursori: 72.309, il 64% in più rispetto al 2007. I dati raccolti si rivelano in questo caso preoccupanti: una persona ogni 20 (pari al 4,2%), risulta infatti positiva al test di verifica del tasso alcolemico. Progetti importanti sono in cantiere anche per il 2009, messi a punto dalla Polstrada di Campania e Molise, di concerto con l'Anas e l'assessorato regionale ai Trasporti, che prevedono, tra l'altro, il rafforzamento della presenza di tecnologie come i "tutor" e gli "autovelox", e una più intensa attività di formazione che coinvolga soprattutto i giovani, che nel 2008 ha dato vita a campagne di prevenzione come "Guido con Prudenza", "Brindo con Prudenza" e le manifestazioni di "Icaro". "Le due regioni Campania e Molise - ha spiegato stamani Ciro Nobile - sono entrambe soggette a incidentalità: nella prima c'è un sovra-volume di traffico, mentre il Molise non avendo collegamenti viari e ferroviari sufficienti, sviluppa molto il trasporto su gomma."

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©