Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Sigaretta elettronica, boom di negozi a Napoli

Spuntano i primi divieti nei locali pubblici

.

Sigaretta elettronica, boom di negozi a Napoli
02/04/2013, 11:50

NAPOLI - Accanto alla mania del fumo elettronico, spuntano i negozi che vendono le nuove sigarette ricaricabili. Anche Napoli finisce nel mirino delle bionde moderne: boom di esercizi commerciali specializzati nella vendita del dispositivo che sostituisce la tradizionale sigaretta. Costa meno e dovrebbe causare danni minori. Si tratta infatti di un piccolo apparecchio elettronico con batteria ricaricabile che consente di inalare vapore al sapore di tabacco, ma non essendoci combustione, il rischio cancerogeno dovrebbe essere più basso. La moda è anche nell’aria napoletana, dove proliferano negozi che vendono la sigaretta elettronica e tutti gli strumenti per ricaricarla. Eppure nonostante i negozi distribuiscano decine di kit al giorno, non tutti sono convinti della mission della sigaretta elettronica, che dovrebbe avere il compito di sostenere quanti intraprendono la strada dell’abbandono del fumo. Pertanto accanto ai negozi, iniziano a spuntare anche i divieti. A Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, l’amministrazione comunale ha infatti deciso di vietare l’uso delle sigarette elettroniche in tutti i bar, ristoranti e locali di pubblico interesse. Divieto comparso anche sui mezzi di Trenitalia. Se iniziano a venire meno i miti legati al dispositivo elettronico, lo stesso potrebbe non avere più ragione di esistere. 

 

Commenta Stampa
di Emmeggì Riproduzione riservata ©