Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Blitz della Finanza, smantellato traffico verso Napoli

Sigarette contraffatte Made in China, 29 arresti

Sotto sequestro anche numerosi capi d'abbigliamento falsi

.

Sigarette contraffatte Made in China, 29 arresti
09/06/2011, 16:06

NAPOLI - Sigarette perfettamente contraffatte ma di scarsissima qualità, che dalla Cina arrivavano prima in Spagna per poi approdare nei porti italiani. La destinazione era Napoli, i suoi mercatini e le sue tabaccherie, ma i siti di stoccaggio erano dislocati sia in Piemonte che nella provincia di Roma grazie ad una fittissima rete di fiancheggiatori. Un giro internazionale, quello sgominato dal’Olaf e dal Reparto del Comando Generale della Guardia di Finanza, che ha permesso di notificare alle prime luci dell’alba 29 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Napol nei confronti di alcuni cittadini italiani, residenti a Napoli e non, e di 19 cittadini cinesi. Oltre ai tabacchi sequestrati (casse di Classic, Marlboro e Chesterfield sui quali vi era apposto il bollino del Monopolio di Stato) le Fiamme Gialle hanno messo i sigilli a numerosi capi d’abbigliamento contraffatti. La merce –come ricostruito dalle indagini della Procura – era destinata alle zone di Napoli di piazza Mercato, piazza Mancini, Lavinaio e Forcella, dove personaggi legati ai clan Licciardi e Mazzarella si occupavano della vendita al dettaglio, ma anche a tabaccai compiacenti che riuscivano a rivenderla allo stesso prezzo delle originali. Sigarette prodotte nella provincia del Fujian contenenti un’altissima concertazione di catrame, nicotina e monossido di carbonio.   

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©