Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tutto era nato da una intervista rilasciata nel 2011

Simona Ventura assolta, non ha diffamato Fede sul caso Ruby


Simona Ventura assolta, non ha diffamato Fede sul caso Ruby
27/06/2012, 15:06

MILANO - La showgirl e presentatrice Simona Ventura non dovrà essere processata, la querela che l'ex direttore del TG4 Emilio Fede non risponde al vero e quindi la Ventura è stata prosciolta. Questa la sentenza del Gup di Milano, chiamata a decidere la questione.
Tutto nasce da una intervista che la showgirl aveva concesso al Corriere della Sera nel febbraio 2011. All'epoca si parlava molto del caso Ruby e delle responsabilità - almeno secondo l'impianto accusatorio della Procura - di Emilio Fede (insieme a Nicole Minetti e Lele Mora) nella vicenda, come procacciatore di ragazze da mandare alle feste notturne di Arcore. L'intervistatore le chiese un parere sulla vicenda e la Ventura rispose: "Non ci posso ancora credere (...) però visto che a giugno pare che Mediaset lo mandi in pensione forse è tutto vero. Se è vero comunque ha fatto una cosa gravissima". Secondo la querela, la Ventura aveva diffamato Fede attribuendogli un prepensionamento (a 80 anni solo "pre"? ndr) per colpa personale. Ma la sentenza dice esplicitamente che la Ventura usando la formula dubitativa, ha solo espresso una opinione personale, come richiesto dal giornalista, nel caso in cui il fatto venisse accertato in futuro. Ma senza dare nulla per certo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©