Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sindacato Comparto Sicurezza, un irpino alla guida


Sindacato Comparto Sicurezza, un irpino alla guida
13/06/2011, 14:06

Si è costituita l’organizzazione sindacale denominata “Sindacato Comparto Sicurezza” - S.C.S., con sede in Roma via Barberini, 11. La costituente O.S. è già operativa, giusta nota del Ministero dell’Interno diramata a tutti gli Uffici di Polizia sul territorio nazionale. Lena Daniele avellinese, in servizio al Commissariato di Gioia Tauro (RC) tra i fondatori del sindacato, nominato Segretario Generale e rappresentante legale, ha dichiarato: “Il S.C.S., rappresenta il personale della Polizia di Stato in attività di servizio appartenente ai vari ruoli, senza distinzione di sesso e religione. Il S.C.S. – ha continuato LENA - si riconosce nei principi ispiratori, nelle linee politiche e nei programmi dei movimenti riformatori della Polizia di Stato che hanno generato quell’ originale risveglio di nuove idee tendenti alla realizzazione di una Polizia moderna, democratica ed efficiente all’interno del quale gli uomini e le donne possano essere tutelati e garantiti dai soprusi, dalle limitazioni, dalle clientele e da quant’altro possa incidere sul rispetto della dignità della persona. Lo scopo primario del S.C.S. – ha rimarcato LENA – è quello di: tutelare, impegnandosi nello studio di sempre, nuovi provvedimenti economici, normativi, professionali, giuridici, previdenziali, assistenziali e tecnici, l’iscritto ed i suoi famigliari, con iniziative appropriate; assistere l’iscritto che viene a trovarsi in particolari situazioni di necessità; intrattenere i rapporti di carattere professionale con altre Associazioni di categoria e con altri Corpi di Polizia; aderire ad organizzazioni similari che operino a livello Europeo e/o Extraeuropeo o costituire insieme a quest' ultime organismi comuni compatibili con la propria linea sindacale nonché promuovere ed organizzare proprie Sedi e rappresentanze in Italia e all'estero; tutelare ed assistere gli associati e gli appartenenti al comparto; promuovere e sostenere l'attività sindacale delle categorie rappresentate tutelando gli interessi degli associati nel rispetto della legislazione vigente. il S.C.S. – ha concluso LENA - potrà promuovere l'istituzione di C.A.A.F. in attuazione dell'art.78 della legge31/12/1991 n°413 e, stipulare convenzioni per conseguire migliori condizioni contrattuali in tutti i settori di interesse del S.C.S. e dei soci.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©