Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sindaco Moratti invitata in moschea, per la Martino segnale di apertura


Sindaco Moratti invitata in moschea, per la Martino segnale di apertura
11/09/2009, 15:09


"Venga in moschea per il Ramadan"
è l'invito di Mahmoud Asfa, direttore della Casa della cultura islamica di via Padova al sindaco Letizia Moratti.
Asfa dichiara che sarebbe onorato di poter ricevere il sindaco Moratti, l'undici settembre in occasione dell'anniversario dell'attentato alle Twin Towers o per la festa finale di interruzione del digiuno " Id al fitr" il 20 o 21 settembre al Palalido. "L'invito al sindaco Moratti del direttore della Casa di cultura islamica Mahmoud Asfa mi sembra un chiaro segnale dell'apertura della cultura islamica a quella occidentale, a dispetto di chi tende ad etichettarli come integralisti" commenta Annalisa Martino, responsabile dell'Italia dei Diritti per la città di Milano. "Il fatto che abbiano suggerito per l'incontro la data dell'undici settembre- continua la Martino- mi sembra molto importante dal punto di vista simbolico. Per quanto mi riguarda ho sempre pensato che quella degli integralisti sia una piccola minoranza e che la maggior parte del mondo arabo sia aperta al dialogo e al confronto".
" L'integrazione tra le culture avviene già nei piccoli centri dell'hinterland milanese grazie all'opera di sacerdoti di frontiera che aprono le porte degli oratori delle loro parrocchie a ragazzi di altre culture e religioni per favorire il dialogo. L'operato di tali sacerdoti serva da esempio a politici come Matteo Salvini- conclude la responsabile milanese del movimento presieduto da Antonello De Pierro- che parlano di integrazione solo con un chiaro intento propagandistico e non perché la desiderino realmente".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©