Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Papa domenica a Torino per venerare il Sudario

Sindone: un milione e 700mila le visite prenotate


Sindone: un milione e 700mila le visite prenotate
29/04/2010, 21:04

TORINO  - 1.744.312 le visite prenotate alla Sindone. Tante le prenotazioni che il cardinale Poletto ha chiesto di prolungare i tempi di apertura del Duomo per la sera.
“A metà evento sono stati già raggiunti i 2 milioni di visitatori”: ha reso noto Fiorenzo Alfieri, assessore al Comune di Torino. Numeri destinati a crescere se oltre alle visite prenotate, si considerano le persone che hanno avuto accesso senza prenotazione alla celebre reliquia, il lenzuolo che secondo la tradizione ha avvolto il corpo di Gesù  nel sepolcro. La visita del Papa domenica due maggio a Torino in occasione dell'Ostensione della Sindone sarà intensa. Tanti gli appuntamenti previsti per la giornata. Il programma è stato illustrato nella giornata di oggi dall’arcivescovo di Torino, il cardinale Severino Poletto. L’arrivo del Papa all’aeroporto di Caselle è previsto alle 9,15 e alle 10,15 celebrerà la messa in piazza San Carlo. Lo spazio è in grado di accogliere 50mila persone, ma i fedeli che potranno assistere e che hanno già avuto il biglietto per partecipare alla celebrazione eucaristica dalla parrocchia di appartenenza sono solo 25mila. "Per motivi di sicurezza abbiamo ridotto molto - ha spiegato il cardinale - ma chi non entra potrà stare in via Roma e in piazza Castello e vedere il papa dai maxischermi". Alle 12 il Papa reciterà la preghiera mariana del Regina Coeli.  Al termine della messa, il Papa andrà in via Arcivescovado, presso la sede dell'arcidiocesi di Torino, per un pranzo privato con i vescovi piemontesi. Successivamente, il Papa si recherà al Duomo per la venerazione della Sindone. alle 16  Papa Ratzinger incontrerà i giovani e poi si recherà alla Chiesa del Cottolengo per salutare  e benedire i malati. Il rientro a Città del Vaticano è previsto intorno alle 21.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©