Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Single Hi Tech: Il 72% utilizza quotidianamente uno smartphone, il 12% possiede un tablet


Single Hi Tech: Il 72% utilizza quotidianamente uno smartphone, il 12% possiede un tablet
26/07/2012, 10:44

Tech-dipendenti, internet addicted, geek, webalcoholic. Sono solo alcuni dei termini entrati nel nostro vocabolario negli ultimi anni, per indicare i veri e propri appassionati alle nuove tecnologie e ai nuovi media. Speed Date , specializzata nell’organizzazione di feste ed eventi per single ha ha voluto sondare il terreno tra i suoi iscritti, intervistando un campione di circa 2000 single per scoprire tra questi quanti fossero davvero appassionati all’argomento.

Ne è risultato un quadro piuttosto tech-oriented: la maggioranza dei coinvolti al sondaggio, ben il 72%, ha dichiarato di avere uno smartphone con connessione ad internet e di non poterne fare a meno. Tra questi, se il 52% ha affermato di utilizzarlo molto per lavoro, come ad esempio per la lettura di mail o per l’aggiornamento di news di riferimento del proprio settore, il 38% dichiara di usare il dispositivo mobile per le applicazioni di messaggistica e per funzioni utili quali navigatore e fotocamera, mentre il 10% ammette di usarlo anche semplicemente per svago.

Il 12% degli intervistati, invece, dichiara di essere davvero un appassionato di nuove tecnologie, tanto da non poter fare a meno del tablet con connessione ad internet. Sia nel quotidiano, che in viaggio, diventa uno strumento utile tanto da non riuscire a staccarsene, e la totalità degli utilizzatori di tablet afferma di portarlo anche e soprattutto in vacanza, non abbandonandosi quindi mai al totale relax e restando sempre connesso con il resto del mondo.

I non appassionati all’uso di questi oggetti, invece, sono il 16% dei coinvolti al sondaggio. Di questi, il 9% dichiara di non aver mai avuto modo di utilizzare smartphone o tablet. Il 7%, invece, rifiuta la tecnologia cercando di limitarne il più possibile l’uso all’indispensabile. Tra i motivi dei “tecnofobici” ci sono principalmente le convinzioni che la tecnologia non aiuti le relazioni ma anzi piuttosto crei delle barriere, portando al rendere più isolate e sole gli utilizzatori.

“È importante essere al passo con i tempi, aggiornarsi, e anche utilizzare questi nuovi strumenti di comunicazione” afferma lo staff di Speed Date, promotore del sondaggio “ma è importante anche saperne calibrare l’utilizzo. Il rischio è infatti quello di diventare schiavi di questi piccoli ma potenti oggetti, tanto da non poterne più fare a meno. Soprattutto per le relazioni interpersonali, il contatto fisico è e deve restare ancora la cosa più importante in ogni tipo di rapporto.”

“Al contrario di ciò che viene detto dall’opinione comune, e cioè che le nuove tecnologie sono utilizzate solo ed esclusivamente dagli adolescenti e dai giovanissimi” dichiara Giuseppe Gambardella, fondatore di Speed Date e Speed Vacanze, tour operator specializzato in viaggi per single “ormai questi nuovi mezzi e strumenti di comunicazione si sono diffusi in ogni generazione, permettendo così di mantenersi sempre in contatto in ogni momento e da qualunque parte del mondo.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati