Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SMI: stop ambulanze senza medico a bordo


SMI: stop ambulanze senza medico a bordo
07/04/2011, 12:04

I camici bianchi nei pronti soccorsi scarseggiano e in Campania, vista la carenza di personale, si sperimentano le ambulanze senza medico a bordo. Lo fa sapere lo Smi (Sindacato dei medici italiani), denunciando che "cosi' si mette a rischio la salute del cittadino" e annunciando l'invio di una diffida per far bloccare la sperimentazione. I test, voluti dall'Asl Napoli 2, dureranno sei mesi e prevedono l'eliminazione della presenza del medico dalle ambulanze (gia' precaria: erano quattro mezzi con solo due camici bianchi) e contestualmente la riduzione del numero dei professionisti che operano nel servizio e che saranno impiegati direttamente in Pronto Soccorso e sulla cosiddetta automedica. Dura la reazione di Fabiola Fini, responsabile Nazionale Smi dell'area convenzionata del 118: ''Senza medici sulle ambulanze - afferma - rischiamo di andare incontro a vere tragedie, la scelta dell'Asl 2 di Napoli anche se sperimentale Š un errore. Il territorio di Bacoli, Monte di Procida, Pozzuoli e Quarto, con una popolazione di circa 160.000 abitanti, non avrebbe pi— una adeguata copertura del territorio da parte del Servizio 118". Fini sostiene che "vista la situazione, l'automedica difficilmente potr… raggiungere e portare soccorso a quei cittadini in condizioni critiche negli otto minuti previsti per il circuito urbano e nei 20 minuti in ambito extraurbano, come prevede la legislazione nazionale. Pertanto è a rischio la salvaguardia della loro salute sul territorio flegreo". Lo Smi-Campania ha inoltrato una diffida alla ASL Napoli 2, chiedendo di bloccare questa sperimentazione, che ancora una volta sottrae preziose risorse al territorio. "Responsabilmente lo Smi - conclude Fini - è disponibile a studiare possibili soluzioni per far fronte alla "cronica carenza" di medici nei Pronti Soccorsi".

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©