Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

S.N.G.G. Napoli, Fusco chiede blocco del rilascio di porto d’armi e decreti


S.N.G.G. Napoli, Fusco chiede blocco del rilascio di porto d’armi e decreti
29/01/2011, 13:01

La nota è di questa mattina. Il Segretario Generale del Sindacato Nazionale Guardie Giurate Marco fusco ha inviato una comunicazione al Ministro degli Interni On. Maroni e al Prefetto di Napoli indicante nell’oggetto “Richiesta blocco rilascio decreti e porto d’armi per guardie particolari giurate”. Il tutto nasce a seguito delle chiusure di alcune aziende di vigilanza privata del napoletano dove numerosissime guardie particolari giurate, si parla di circa 800(Ottocento) unità, sono ancora per strada in attesa di essere occupati in altre aziende di vigilanza privata. Le chiusure importanti hanno interessato, a partire dall’anno scorso la International security Service di Nola con 300 guardie giurate, la Mondial Security con circa 100 guardie giurate, l’Europol con 60/70 guardie giurate, La Lince con 40/50 guardie giurate, la Pantera con 30/40 guardie giurate, per non parlare poi delle varie mobilità e cassa integrazione. Insomma Marco Fusco definisce la questione Napoli in caduta libera e spiega “Se gli Enti continuano incessantemente a rilasciare i titoli per esercitare la funzione di guardia particolare giurate nelle arie aziende di vigilanza del napoletano è probabile che gli Enti stessi non si stanno rendendo conto che stanno armando un popolo che potrebbe in qualsiasi momento creare seri disagi, preoccupazione e serio pericolo ai cittadini. Con questo non vogliamo dire che le ex guardie particolari giurate sono e/o saranno dei delinquenti ma il problema ce lo creiamo e crediamo che la stessa preoccupazione se la debba porre il signor Ministro degli Interni, la Prefettura e la questura di Napoli. Riteniamo oltretutto che sia insignificante e del tutto inopportuno decretare e quindi abilitare nuove persone che entrano per la prima volta nel mondo selvaggio della vigilanza privata quando poi abbiamo 800 persone a passeggio che, alcuni, da vent’ani e più facevano questo lavoro e che si sono trovati per strada senza sapere neanche il perché pagando per colpe altrui. Tutti gli Enti e soprattutto il Ministro degli Interni On. Maroni, si diano una bella regolata e si interroghino su quanto da noi esposto anche perché la situazione è incandescente e molto presto non si troverà una soluzione, siamo certi che il tutto degenererà. Abbiamo quindi chiesto il blocco, motivato da una seria situazione di rischio e pericolo, con la speranza che chi di dovere ci ascolti. Invitiamo quindi gli Enti ad obbligare le aziende che necessitano di unità e quindi di forza lavoro, ad assumere le guardie giurate già esistenti o che per motivi vari sono in mobilità impedendo quindi, con ogni mezzo giuridico necessario, il rilascio di nuovi decreti. Anche questo è un modo per diminuire la disoccupazione ed alleggerire gli ammortizzatori sociali, o no?”. Questa la situazione che Marco Fusco ha evidenziato al Ministro degli Interni e agli Enti napoletani, con la speranza che il tutto venga preso in considerazione.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©