Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Lo studio è stato condotto dall’AIP

Social network: elisir di memoria per gli anziani


Social network: elisir di memoria per gli anziani
09/04/2011, 17:04

MILANO – I social network, apprezzatissimi dai giovani, spopolano anche tra i capelli bianchi. Ebbene si, sono circa un milione e mezzo gli over 65 che utilizzano Facebook e più in generale il web per dialogare con parenti ed amici. Ma attenzione, niente paura per gli amati genitori. Secondo i dati diffusi durante il Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP), grazie agli stimoli della rete virtuale, gli anziani hanno meno disturbi di memoria e mantengono costantemente il cervello in allenamento.
Uno studio condotto in due presidi sanitari, in provincia di Cremona e Brescia, ha evidenziato infatti che collegarsi a Facebook, Skype o YouTube, per un’ora al giorno, migliora il benessere psicofisico e sprona la memoria, in modo da superare i normali acciacchi dovuti al passare dell’età. “Negli ultimi anni il numero di anziani che si sono avvicinati al web è cresciuto dellì80% - spiega Marco Trabucchi, presidente AIP – I dati mostrano che rappresentano la fascia di utenti di internet cresciuta di più; basti pensare che oggi gli iscritti a social network come Facebook o MySpace con oltre 65 anni sono circa l’8% del totale”. Insomma, sembra quasi un paradosso, ma è proprio la tecnologia a colmare sempre più spesso i vuoti lasciati dai figli.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©