Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Atteso ok da Roma, da Napoli nuova isola ecologica futura

Sodano tranquillizza la cittadinanza sul sito di trasferenza di via Brin

Stir si, ma non sarà zona militare, benvenuti i controlli

.

Sodano tranquillizza la cittadinanza sul sito di trasferenza di via Brin
20/07/2011, 14:07

NAPOLI – Dopo l’ OK del Consiglio di Stato per il trasferimento dei rifiuti Campani fuori Regione, è ancora la Lega che fa barriera contro il decreto, del quale si decide definitivamente in Parlamento oggi. Contemporaneamente a Napoli è il Vice di de Magistris l’Assessore all’ Ambiente Tommaso Sodano che smorza i timori della cittadinanza in merito al nuovo sito di trasferenza sorto in via Brin, nella parte est della città in un area dismessa dove si trova un grande capannone, adibito un tempo a deposito mezzi della vecchia nettezza urbana, quando cioè era il Comune di Napoli a provvedere in prima persona alla raccolta rifiuti. “Nessun pericolo” assicura Sodano “Il sito è stato già messo in sicurezza e sono stati realizzati gli impianti di raccolta per il Percolato”. Inoltre continua, il numero due di Palazzo San Giacomo, il suo operato atto a rasserenare la cittadinanza e fa sapere che una volta passata l’ emergenza questo, come altri siti diverranno delle isole ecologiche, dove i Napoletani vi potranno portare ogni tipo di rifiuti differenziati, dai neon ai televisori, dalle batterie esaurite al mobilio dismesso. Inoltre il sito di via Brin non sarà zona militare, ciò significa che chiunque dai cittadini agli organi di stampa, potranno in qualunque momento visitare l’ impianto e costatarne il regolare svolgimento dell’ operato.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©