Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"E' stato come se avessero colpito mio marito"

Sofia Loren:"Sono molto vicina a Berlusconi"


Sofia Loren:'Sono molto vicina a Berlusconi'
21/12/2009, 17:12

NAPOLI - A tutti gli antiberlusconiani faranno sicuramente un cattivo effetto le parole che, l'attrice più famosa al mondo, ha rivolto al nostro Presidente del Consiglio. Sofia Loren, infatti, si è parecchio sbilanciata in favore del Premier in un'intervista rilasciata a Diva e Donna. L'icona del cinema italiano è stata molto chiara e, commossa, ha affermato:"E' stato come se avessero colpito mio marito. Ho sofferto tanto per lui e gli sono vicina...non se lo meritava". La Loren parla dei suoi film, della sua sempre strabiliante carriera e si fa sfuggire anche una considerazione su Barack Obama e sul Nobel per la pace:"Ci vuole tempo per fare bene le cose. Obama ha bisogno di tempo". 
L'attrice Napoletana la cui bellezza pare non conoscere i danni del tempo annuncia la sua prossima presenza sia sul piccolo schermo (nel film "La casa degli specchi" che andrà in onda su Raiuno) che al cinema; con la partecipazione al musical ispirato alla vita di Fellini "Nine
"; tra l'altro già plurinominato ai Golden Globe. L'intramontabile Sofia, dopo aver ribadito di vivere per la sua carriera e di amare visceralmente il cinema (nel film di Rob Marshall canterà e ballerà un Valzer) si lascia cullare dal mare agrodolce dei ricordi. La prima immagine del passato è quella della mamma:"Non riesco ancora a credere che non ci sia più", dice l'attrice che poi continua "ha avuto la sfortuna di aver incontrato l'uomo sbagliato"; lo stesso uomo che, aggiunge, "non poteva essere mio padre solo perchè aveva fatto l'amore con mia madre". Ricordo laconico, in conclusione, anche per il marito:"Carlo l'ho conosciuto che avevo 15 anni...mi faceva sentire protetta".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©