Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Incredibile disavventura capitata ad un ucraino

Sorpassa una Mercedes, inseguito e bastonato, ha rischiato la vita


Sorpassa una Mercedes, inseguito e bastonato, ha rischiato la vita
28/03/2012, 15:03

CREMA (CREMONA) - Mai sorpassare una Mercedes: potrebbe essere questa la tragicomica morale di quello che è avvenuto ieri a Crema, in provincia di Cremona.
L'episodio è avvenuto sulla statale Paullese. Ad un semaforo, la prima ad arrivare col rosso è una Mercedes S; pochi secondi dopo arriva il furgone di una ditta di catering, che si affianca alla Mercedes. Quando scatta il verde, il furgone parte per primo e quindi supera la Mercedes. Il guidatore - successivamente identificato per un 35enne di Monte Cremasco, ha già avuto problemi con la giustizia per piccoli reati - comincia ad inseguirlo per più di 10 chilometri. Il furgone arriva al cancello della ditta Coven e si ferma, per cominciare a scaricare. Ma subito dietro di lui si ferma la Mercedes e il guidatore scende armato di un bastone. Tira giù dal mezzo l'ucraino e comincia a colpirlo violentemente alla testa con il bastone, poi lo lascia svenuto e sanguinante a terra. Ma dalla Coven qualcuno vede l'accaduto e allerta Carabinieri e ambulanza. L'ucraino viene portato in ospedale, dove gli riscontrano una grave emorragia cerebrale, che viene tenuta sotto controllo finchè non è risolta. L'uomo per prudenza viene tenuto in coma farmacologico per alcune ore; poi si è potuto risvegliare e parlare con i Carabinieri, mentre i medici hanno sciolto la prognosi.  
Nel frattempo le indagini hannopermesso di identificare il guidatore che, dal canto suo, ha cercato di pararsi le spalle, andando dai Carabinieri, denunciandodi essere stato aggredito da una persona armata di coltello e di essersi difesa con un bastone. Versione comepletamente smentita dai diversi testimoni all'aggressione dell'ucraino. Quindi l'uomo è stato denunciato, oltre che per lesioni gravissime, anche per simulazione di reato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©