Cronaca / Droga

Commenta Stampa

sorrento: bloccata dai carabinieri rete di pusher operante in penisola


sorrento: bloccata dai carabinieri rete di pusher operante in penisola
02/02/2012, 11:02

Questa mattina i carabinieri di Sorrento hanno eseguito 5 ordinanze di custodia cautelare (4 in carcere e una ai domiciliari) emesse dal gip di torre annunziata nei confronti di: un  42enne, di massa lubrense; una donna 37enne, di sorrento (agli arresti domiciliari);  un  31enne, di vico equense; un  46enne, di napoli; un 37enne, di piano di sorrento, tutti ritenuti responsabili di spaccio di cocaina, eroina, hashish e marjuana nonché di metadone. Nel corso di indagini coordinate dal pm della procura oplontina di Torre Annunziata mariangela magariello, i militari dell'Arma hanno ricostruito le modalita’ operative della rete di spacciatori sulle diverse aree della penisola sorrentina. secondo quanto emerso dalle investigazioni -condotte dal nucleo operativo della compagnia di sorrento e dalla stazione di massa lubrense- ognuno degli indagati sarebbe responsabile di aver movimentato quotidianamente decine di dosi di eroina e cocaina acquistate sulle piazze napoletane e vesuviane al fine di spacciarle successivamente a consumatori della penisola sorrentina.
l’aspetto singolare riscontrato durante le indagini e’ stato la costante e generosa disponibilita’ di metadone . un “canale” sempre aperto organizzato e gestito come un sert clandestino. pur trovandosi di fronte a presunti spacciatori al dettaglio, ognuno operativo per conto proprio e con il suo giro di “clienti”, gli operanti hanno rilevato l’esistenza di uno scambio informativo e supporto reciproco in termini di suggerimenti su convenienza di prezzi, qualita’ della droga, precauzioni per sfuggire ai controlli, etc.. nel corso degli accertamenti e’ stata registrata una sensibile diffusa presenza di insospettabili tra gli assuntori di droghe sia leggere che pesanti. un dato da considerarsi allarmante per la disinvoltura con cui viene “normalizzato” e inserito nella quotidianita’ il consumo di droghe.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©