Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

“Sostenibilità, sicurezza, tracciabilità: la certificazione del prodotto pescato per il futuro dei nostri mari”


“Sostenibilità, sicurezza, tracciabilità: la certificazione del prodotto pescato per il futuro dei nostri mari”
24/02/2010, 10:02


NAPOLI - Giovedì 25 febbraio alle ore 14.30 avrà luogo il convegno “Sostenibilità, sicurezza, tracciabilità: la certificazione del prodotto pescato per il futuro dei nostri mari”, all’interno di Sistema Mare al Big Blu 2010-Fiera di Roma, promosso dal RINA, con il patrocinio di Unioncamere e del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, e l’intervento del Sottosegretario con delega alla Pesca e all’Acquacoltura, on. avv. Antonio Buonfiglio. Al termine del convegno verrà sottoscritto il “Protocollo d’intesa relativo allo sviluppo e monitoraggio di progetti a supporto del settore ittico” tra il Mipaf ed il Registro Navale Italiano.
Il pescato di oggi può compromettere un’analoga ricchezza per il domani? A questa domanda vogliono rispondere i nuovi schemi certificativi a tutela delle riserve ittiche e dell’ambiente marino quale risorsa naturale, fonte di benessere ed opportunità di lavoro per le generazioni attuali e future. RINA rivolge la propria attenzione a questi schemi, per proporsi quale partner di riferimento delle aziende interessate a percorsi di sostenibilità nel settore ittico. Il mare, fonte di incommensurabile ricchezza e da sempre patrimonio di benessere per l’uomo, è purtroppo esposto in misura crescente al rischio di compromissione dell’ecosistema. Ancora oggi risulta oggetto di diverse minacce, ne è un esempio la pesca illegale esercitata per lo più da flotte straniere. Ma spesso si pratica un’attività di pesca spinta a livelli eccessivi per intensità, metodi di cattura e tipo di approccio nei confronti dell’ambiente marino e delle specie a rischio. Il convegno “Sostenibilità, sicurezza, tracciabilità: la certificazione del prodotto pescato per il futuro dei nostri mari”, promosso dal RINA con il patrocinio di Unioncamere e del Mipaf, in coerenza con il Sistema Mare, progetto integrato per il mondo della pesca del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, vuole analizzare e sviluppare le prospettive della certificazione del prodotto pescato e presentare la sottoscrizione del Protocollo d’intesa relativo allo sviluppo e monitoraggio di progetti a supporto del settore ittico”. Tra i relatori del convegno, che si aprirà con i saluti dei vertici del RINA, di Unioncamere e Federpesca, figurano, oltre ad alcune delle associazioni nazionali di categoria della pesca (Agci Agrital, Federcoopesca-Confcooperative, Unci Pesca), esperti del settore marittimo ed esponenti del mondo ambientalista, nonché il rappresentante della Direzione Generale Affari Marittimi e Pesca della Commissione Europea, Pawel Swiderek.
“Il Registro Italiano Navale, da sempre impegnato per assicurare e accrescere le qualità della vita e la tutela dell’ambiente - dichiara il presidente Gaspare Ciliberti - conferma, con la sottoscrizione del Protocollo con il Mipaf, il proprio impegno a protezione del patrimonio ittico nazionale, promuovendo la migliore scelta ambientale possibile, adoperandosi nella prevenzione dell’esaurimento di quella che rappresenta la più importante fonte alimentare rinnovabile del mondo”.
“Certificare i comportamenti virtuosi diventa quindi un’esigenza precisa per la tutela di tutti. L’iniziativa del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, assunta dal Sottosegretario delegato alla Pesca, on. Antonio Buonfiglio, di dare corpo ad una estesa azione di promozione della qualità e della tracciabilità certificate, attraverso un protocollo d’intesa con l’Ente certificatore italiano per eccellenza, rappresenta - afferma il presidente di Federpesca, Luigi Giannini- un momento di significativa e concreta innovazione per il settore”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©