Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Entro un anno l'Italia deve trovare una soluzione

Sovraffollamento carceri, la Ue rigetta il ricorso dell'Italia

Italia terza in Europa per carceri in sovrannumero

Sovraffollamento carceri, la Ue rigetta il ricorso dell'Italia
27/05/2013, 19:08

STRASBURGO – Tiene banco la questione dell’eccesivo affollamento dei penitenziari italiani, tema molto caro ai Radicali ma che pian piano si sta inserendo insistentemente nell’agenda del dibattito pubblico.

La Corte europea dei diritti dell'uomo rigetta il ricorso dell'Italia e conferma che il nostro Paese dovrà trovare entro un anno una soluzione al sovraffollamento delle carceri. Inoltre, l'Italia è tenuta a risarcire i detenuti che ne hanno dovuto subire le conseguenze. La decisione è stata resa nota da fonti vicine alla Corte di Strasburgo.

Solo qualche giorno fa il ministro della Giustizia cancellieri aveva reso pubblici al Senato i dati sulle presenze di detenuti nei carceri italiani. Sono quasi 66mila i detenuti nelle carceri italiane, molti di più dei posti disponibili. Circa 20mila (18.821) i reclusi in eccesso, secondo le cifre fornite dal ministro, ma contestate dall'associazione Antigone, che parla di 30mila detenuti in più rispetto ai posti regolamentari. Numeri che rendono l'Italia il terzo Paese in Europa per carceri sovraffollate.

 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©