Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SPACCAROTELLA: "CHIEDO PERDONO, NON E' STATO OMICIDIO VOLONTARIO"


SPACCAROTELLA: 'CHIEDO PERDONO, NON E' STATO OMICIDIO VOLONTARIO'
29/09/2008, 12:09

Per la prima volta, dal momento in cui uccise Gabriele Sandri, Luigi Spaccarotella - l'agente di Polizia sotto processo per omicidio volontario - ha parlato di quello che successe nell'area di servizio di Badia al Pino. "Ai familiari di Gabriele chiedo perdono, ma non trovo le parole. Ho ucciso il loro figlio, vorrei incontrarli ma non sarebbe facile. Quel maledetto giorno -racconta Spaccarotella - e' morta una parte di me. Correvo, il colpo e' partito accidentalmente poi e' stato deviato.Non ho mirato all'auto.Voglio pagare per quel che ho fatto, ma pensare che sia stato un omicidio volontario e' troppo'.

Questo è quanto dice lui, ma il fatto che le testimonianze dicano che lui ha preso la mira sparando a braccio teso e che questa dichiarazione avvenga all'inizio del processo che lo riguarda, tende a far credere che le cose non siano andate proprio così.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©