Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Spacciava all'interno di un portone blindato, ma la Polizia con uno stratagemma lo arresta


Spacciava all'interno di un portone blindato, ma la Polizia con uno stratagemma lo arresta
23/03/2010, 16:03

Napoli – Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia “Scampia”, hanno arrestato Filippo Lasiepe, 28enne di Giugliano in Campania, per spaccio di sostanze stupefacenti.

I fatti si sono svolti presso la Scala M del lotto T/A di Via Ghisleri, dove i poliziotti di servizio in zona, hanno notato un sospetto andirivieni di giovani. I luogo, reso inaccessibile alle Forze di Polizia, è subito apparso quale punto di spaccio. Al portone d’ingresso dell’androne della scala, era infatti stata apposta una maniglia di grosse dimensioni azionabile solo dall’interno da parte di uno dei soggetti coinvolti nello spaccio. Dal lato opposto all’ingresso, i poliziotti hanno invece subito notato un cancello di ferro, totalmente oscurato da lastre metalliche apposte sulle inferriate in modo da impedire l’osservazione all’interno. Su una delle lastre metalliche era stato inoltre praticato un foro di circa 20 centimetri di diametro, attraverso il quale lo spacciatore scambiava le dosi di droga con il denaro che gli acquirenti, sempre all’esterno dell’androne, gli consegnavano di volta in volta.

Dopo aver osservato numerosi scambi droga-denaro, i poliziotti hanno provato ad avvicinarsi, ma individuati dalle varie vedette strategicamente posizionate nella zona, hanno potuto osservare Lasiepe che si dava alla fuga salendo per le scale internamente allo stabile ed un generale fuggi fuggi dei complici avvisati dal passaparola “fujite… e’ guardie! E’ guardie!”.

Dopo un po’, lo spaccio è ripreso in modo indisturbato ed i poliziotti ci hanno riprovato. Avendo però capito quale era la via di fuga utilizzata da Lasiepe, lo hanno atteso dietro la porta del terrazzo. All’avvicinarsi di alcuni poliziotti è quindi scattato il consueto fuggi-fuggi, ma questa volta, dopo essersi precipitato per le scale che portano al terrazzo, lo spacciatore all’atto di aprire l’ultima porta di ferro, si è trovato di fronte due poliziotti che lo aspettavano.

Subito bloccato, Lasiepe è stato trovato in possesso di un sacchetto di cellophane contenente numerose stecchette di hashish per un peso complessivo di circa 47 grammi. Il giovane aveva indosso anche banconote di vario taglio per un importo complessivo di 234,00 Euro.

La droga, il denaro e le chiavi dei vari portoni metallici dello stabile, sono stati sequestrati. Filippo Lasiepe è stato quindi arrestato e subito condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©