Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’operazione concordata tra Madrid e Rabat

Spagna: sgomberati all’alba i migranti da Isla de Tierra


Spagna: sgomberati all’alba i migranti da Isla de Tierra
04/09/2012, 16:39

MADRID - In un’operazione concordata fra i governi di Rabat e di Madrid, sono stati sgomberati all’alba di oggi 81 migranti clandestini che erano sbarcati nei giorni scorsi sull’isolotto spagnolo Isla de Tierra, nell’arcipelago di Alhucemas, a una trentina di metri dalle coste marocchine. Secondo fonti governative citate dai media, l’operazione è stata effettuata in base a un principio di accordo di “responsabilità condivisa”, per ripartire fra i due governi l’onere del rimpatrio dei migranti di origini sub-sahariane nei rispettivi Paesi d’origine. Dieci degli 81 clandestini, otto minorenni e due donne, sono stati trasferiti nella vicina Rocca di Alhucemas, dove esiste una piccola guarnigione militare spagnola. Altri sei, tre minori e tre donne, dei complessivi 87 subsahariani sbarcati mercoledì e domenica scorsi sull’isolotto, erano già stati evacuati per ragioni umanitarie. Fra Madrid e Rabat vige dal 1992 un accordo bilaterale di riammissione di immigranti clandestini. Il ministro degli esteri spagnolo, Manuel Garcia-Margallo, aveva sollecitato ieri “una soluzione duratura” per evitare che gli isolotti spagnoli antistanti le coste marocchine diventassero una porta di accesso al territorio europeo, utilizzata dalle mafie di trafficanti di esseri umani per aggirare lo sbarramento delle frontiere di Ceuta e Melilla, le enclavi iberiche nel nord Africa.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©