Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SPARATORIA TORINO: UN CANE ALLA BASE DELLA TRAGEDIA


SPARATORIA TORINO: UN CANE ALLA BASE DELLA TRAGEDIA
07/12/2008, 12:12

E' stata scatenata da un litigio per un cane la sparatoria che questa notte, a Torino, è costata la vita a un uomo. Lo hanno accertato i carabinieri, che hanno anche arrestato uno dei tre feriti, Antonio Catelli, 59 anni.

Secondo una prima ricostruzione Catelli sarebbe sceso di casa perché un cane stava importunando il figlio di 32 anni. Nel corso del litigio con il padrone sono spuntate due pistole. La vittima, Luca Ragusa di 49 anni, è stata colpita da un proiettile all'addome. Ragosa  è poi deceduto al pronto soccorso dell'ospedale Mauriziano.

Catelli, nel corso di una violenta colluttazione, avrebbe sparato dopo aver notato uno dei due suoi antagonisti tirare fuori dalla tasca una pistola semiautomatica. Due colpi hanno raggiunto all'addome il quarantanovenne Luca Ragusa, che è morto per le ferite al pronto soccorso dell'ospedale Mauriziano.

Il terzo ha centrato Carlo Latona, 40 anni, che nella notte è stato operato alle Molinette: il proiettile lo ha trapassato all'altezza del colon. Ora l'uomo è ricoverato nel reparto di chirurgia d'urgenza e, a quanto si apprende, non è in pericolo di vita. Catelli, dal canto suo, si trova al Cto con un trauma cranico non commotivo. L'ultimo ferito, che secondo quanto si è appreso sarebbe il figlio, ha riportato una contusione al naso. Rissa e sparatoria si sono succedute poco prima della mezzanotte. I carabinieri stanno rintracciando i testimoni che hanno assistito alla scena.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©