Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Feriti due carabinieri, uno dei quali gravemente

Spari a Palazzo Chigi: L'attentatore, puntavo ai politici


Spari a Palazzo Chigi:  L'attentatore,  puntavo ai politici
28/04/2013, 18:10

ROMA  (aggiornamento a cura di Rosario Scavetta)  -  L'uomo che stamattina ha aperto il fuoco contro due carabinieri di fronte a Plazzo Chigi ,  si chiama Luigi Preiti, 46 anni, è nato a Rosarno (RC) ma residente ad Alessandria. L’uomo, incensurato,   ha confessato agli inquirenti di aver “deciso di fare tutto questo 20 giorni fa” e di aver acquistato la pistola “quattro anni fa al mercato nero ad Alessandria”.

Sulle ragioni del gesto, ha aggiunto  di aver voluto “fare un gesto eclatante in un giorno importante: non odio nessuno in particolare ma sono disperato”.



ROMA - Durante la cerimonia di giuramento del nuovo Governo, intorno alle 11,40 un uomo in giacca e cravatta, armato di pistola, ha improvvisamente aperto il fuoco contro alcuni carabinieri davanti a Palazzo Chigi ferendone due, uno dei quali gravemente in quanto raggiunto da un colpo d’arma da fuoco al collo. Scattato l’allarme, la folla è stata fatta immediatamente defluire da piazza Colonna. Poco dopo l’uomo è stato ferito a sua volta durante la sparatoria ed è stato fermato dalle forze dell’ordine, ma la tensione è ancora alta. A terra a piazza Colonna, sul luogo della sparatoria – area che è stata successivamente circoscritta con apposito nastro –, la polizia scientifica ha rilevato sette bossoli.

L’allarme è scattato anche al Quirinale, dove era in corso il giuramento. Anche lì è stata fatta allontanare la folla all’esterno del palazzo. I ministri, invece, che subito dopo il giuramento si sarebbero dovuti trasferire a Palazzo Chigi, sono stati trattenuti a lungo all’interno del palazzo per motivi di sicurezza.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©