Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Spinillo e Patriciello contro la Terra dei Veleni-video


.

Spinillo e Patriciello contro la Terra dei Veleni-video
17/09/2013, 12:35

 

Il passaparola viaggiava tramite il web e i social network.
La richiesta era quella tra le più dolorose , ma le più efficaci, inviare le foto dei propri figli scomparsi a causa di tumori in quella Terra dei veleni.
Maurizio Patriciello, il Don che sta lottando per non far calare l’attenzione sulla “Terra dei Fuochi”, ha lanciato questa iniziativa cruda, tuttavia estremamente efficace. Sette madri fotografate con il dolore in volto e tra le mani le foto dei propri cari prematuramente scomparsi, forse per colpa di quella Terra che non promette nulla ma che solo toglie.
“ Nessuno ha dimostrato il nesso tra inquinamento e tumori? Ditelo a queste mamme” , a parlare è il Comandante della Forestale,Sergio Costa, che ha provveduto a mettere i sigilli a migliaia di ettari coltivati.
La campagna di sensibilizzazione sta crescendo e, attualmente, sono giunte 45 mila cartoline che avranno come destinazione Papa Francesco e il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e le autorità Europee.
Intanto, Maurizio Patriciello, che ringrazia quelle mamme, affinché la morte di quei figli non sia vana, richiama l’attenzione di Roberto Saviano: “Vieni,Roberto, nella tua terra. Porta con te gli amici che hai incontrato nel cammino della vita”, dice il parroco di Caivano.
Un’altra voce si alza dal pulpito. E’ quella de monsignor Angelo Spinillo, basta all’omertà di molti e al silenzio perdurato anni : “  Possiamo dire che chiunque sia stato protagonista del drammatico scempio ambientale della nostra terra ha considerato come uno scarto anche la vita degli altri uomini, compresi, forse, i suoi stessi familiari ed amici'', stigmatizza  il Vescovo di Aversa.
 

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©