Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tuttavia non sono esclusi danni cerebrali di qualche tipo

Sposini non è più in pericolo di vita, risponde agli stimoli

Il conduttore ha rischiato la vita per i tagli alla sanità

Sposini non è più in pericolo di vita, risponde agli stimoli
30/04/2011, 14:04

ROMA - Migliorano le condizioni di salute di Lamberto Sposini, dopo l'intervento chirurgico resosi necessario ieri sera per aspirare il sangue ed evitare danni ulteriori causati dall'emorragia cerebrale. Oggi, le visite specialistiche hanno dimostrato che il conduttore risponde agli stimoli dolorosi, quindi le funzioni neurologiche sono buone. Tuttavia i medici hanno deciso di tenerlo in coma farmacologico per almeno 48 ore; poi verificheranno le condizioni e decideranno cosa fare, In ogni caso, la prognosi resta riservata.
Intanto si viene a scoprire perchè Sposini sia stato spostato dall'ospedale Santo Spirito, dove era stato inizialmente ricoverato, al Policlinico Gemelli. Semplicemente perchè il reparto di Neurologia del primo ospedale è finito sotto la mannaia dei tagli che la Regione Lazio sta facendo nel settore della Sanità. Quindi non è stato possibile operarlo subito, ma si sono dovute aspettare diverse ore prima di farlo, aumentando i danni che l'emorragia cerebrale ha fatto al cervello del conduttore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©