Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Squalifica Morgan da Sanremo, De Pierro con la Rai


Squalifica Morgan da Sanremo, De Pierro con la Rai
05/02/2010, 10:02


ROMA - "Quella dei vertici della Rai è stata una decisione opportuna e coraggiosa. Un personaggio popolare che nella fattispecie deve il suo successo al pubblico televisivo, ha un dovere etico e morale nell'assumere comportamenti esemplari". Questo il primo commento del presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro sulla vicenda dell'esclusione del cantante Morgan dal festival di Sanremo in seguito alle sue dichiarazioni circa l'uso abituale di droghe. "Uno come Morgan - chiosa De Pierro - che ha tantissimi sostenitori e fan, con qualsivoglia atteggiamento assunto, può generare pericolosi fenomeni di emulazione. Quindi, tenendo conto che è un idolo dei giovani, non può permettersi assolutamente simili licenze che vanno a intaccare pericolosamente un già compromesso tessuto sociale giovanile dove piaghe come alcol e droga sono in costante aumento. Di conseguenza non solo saluto favorevolmente la sua esclusione dal festival, ma addirittura suggerisco la sua interdizione perpetua dagli studi della televisione pubblica fino a comprovata guarigione dalla dichiarata dipendenza da droghe pesanti e pericolose. Facciamo attenzione però a non utilizzare Morgan come capro espiatorio in un panorama che va dallo spettacolo allo sport, passando talvolta anche per la politica, completamente avvolto dalla spirale del vizio e da tendenze di questo genere. La nostra linea ormai è nota - conclude De Pierro - la droga è un male sociale di particolare gravità e quindi va combattuta con grande fermezza. Abbiamo già proposto più volte test antidroga obbligatorio per i parlamentari e per i lavoratori di diversi ambiti professionali e su questo terreno la nostra posizione resta inamovibile e continueremo a far sentire la nostra voce. Approfitto dell'occasione per proporre test antidoping per qualsiasi personaggio popolare che partecipi a programmi della televisione pubblica".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©