Stadio di Roma: Lanzalone si dimette dalla Acea - JulieNews - 1

Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Polemiche sulle frasi di Di Maio

Stadio di Roma: Lanzalone si dimette dalla Acea


Stadio di Roma: Lanzalone si dimette dalla Acea
14/06/2018, 16:52

ROMA - Luca Lanzalone si è dimesso dal suo ruolo di presidente di Acea, la municipalizzata romana che si occupa dell'acqua. La decisione avviene nell'ambito dell'arresto suo e di altre 8 persone sospettate del reato di associazione a delinquere finalizzato alla corruzione. 

Ma oggi argomento principale sono state le dichiarazioni del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, che - intervistato su Rtl 102,5 - ha detto: "Lanzalone è colui che ci aveva aiutato a sanare la questione rifiuti di Livorno, e nella questione stadio ci ha aiutato a ridurre le cubature presenti nel progetto originario, noi volevamo meno cemento. Abbiamo eliminato le torri. Per questo è stato premiato e gli è stato data la presidenza di Acea". Dichiarazioni che hanno portato ad una immediata reazione del Pd romano, che in una nota replica: "Raggi smentisca, la più importante azienda capitolina ceduta come merce di scambio del M5S per il lavoro svolto sul futuro stadio della Roma. Altro che casa di vetro, sul Campidoglio è calata una cappa di smog". 

Dal canto suo in sindaco di Roma ha preso le distanze da Lanzalone, accusando i mass media: "La rassegna stampa è vergognosa, i giudici dicono che io non c'entro niente e non c'è un giornale che abbia avuto il coraggio di riportare questa notizia. Il Comune, i romani e la società Roma calcio sono la parte lesa. Partono oggi le querele". Basterà questo per convincere i romani della propria innocenza politica nella scelta di Lanzalone?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©