Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo IMU,il DL semplificazioni cambia tassa del 2006

Stangata bis su case,se comuni applicheranno “tassa di scopo”


Stangata bis su case,se comuni applicheranno “tassa di scopo”
21/04/2012, 13:04

ROMA - Il decreto legge sulla semplificazione (Dl 16/2012), potrebbe introdurre due novità che andrebbero a tassare ulteriormente gli immobili. Oltre all’IMU (ex ICI), anche La "vecchia imposta di scopo" sugli immobili, prevista dalla Finanziaria 2007 (legge 296/06), tassa  sugli immobili regolata dal decreto sul federalismo municipale, a quanto pare, potrebbe modificare il suo “assetto” per andare incontro alle esigenze dei Comuni.
Quali le novità se ciò dovesse verificarsi: i Comuni potranno disciplinare con regolamento la tassa, nel quadro delle regole previste dalla legge 296, mentre attualmente la revisione dell'imposta avviene con regolamento statale (Dpr).
Secondo: si prevede che, a decorrere dall'entrata in vigore dell'Imu sperimentale (e cioè dal 2012), l'imposta di scopo si applichi o, se istituita, continui ad applicarsi con riferimento alla base imponibile e secondo la disciplina vigente.
In base a queste modifiche, quindi, i  Comuni  potranno  istituire, con un proprio regolamento, questa tassa. L'operazione può servire a trovare i fondi per coprire (al massimo) il 30% del costo dell'opera pubblica che si vuole realizzare.  È il caso, ad esempio, di strade, parcheggi pubblici, allestimenti museali o biblioteche.
Fino ad  oggi sono pochi i Comuni che hanno introdotto l'imposta di scopo. Ora il Dl sulla semplificazione fiscale, approvato dalla Camera, cerca di rilanciare questo strumento, introducendo  alcune modifiche al Dlgs 23.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©