Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Assaliti autocompattatori diretti verso Cava Sari

Stop alla raccolta straordinaria di rifiuti, città in tilt


.

Stop alla raccolta straordinaria di rifiuti, città in tilt
06/12/2010, 14:12

NAPOLI - L'impianto di Tufino è saturo e in città è di nuovo tilt. A causa dello stop alla raccolta straordinaria, soltanto cento tonnellate di rifiuti in più all'ordinario sono state rimosse dalle strade. Nel fine settimana i 25 automezzi dell'Asìa non sono riusciti a sversare le 300 tonnellate di immondizia di cui erano carichi.
A Terzigno soltanto 16 autocompattatori su 20 hanno scaricato la spazzatura, dagli altri fuoriusciva percolato e perciò sono stati rimandati indietro. Intanto si attende una soluzione per Natale e il ponte dell'Immacolata. Oggi oltre a 4 nuovi compattatori che dovrebbero arrivare da Torino e i venti già in attività arrivati da ogni parte d'Italia, dovrebbero partire i camion diretti per la Puglia carichi di frazione umida.
Da Firenze inoltre arriveranno altri 6 compattatori. Se da un lato Palmiro Cornetta, sindaco di Serre si è opposto alla riapertura di Macchia Soprana, dall'altro sono stati individuati due siti a Nola e ad Afragola dove poter sversare i rifiuti. All'alba di domenica due autocompattatori sono stati danneggiati dai manifestanti, gli autisti sono stati aggrediti mentre erano diretti verso Cava Sari a Terzigno.
Sembra che i manifestanti abbiano assalito gli autocompattatori della ditta “Amav” di Sant’Anastasia perché avrebbero compiuto un percorso non autorizzato. Usciti da una traversa laterale della rotonda panoramica sono stati costretti ad abbandonare gli automezzi. I due autisti hanno riportato contusioni guaribili i 3 e 7 giorni.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©