Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

A rischio soprattutto le donne

Stop alle carenze di vitamina D


Stop alle carenze di vitamina D
06/03/2012, 17:03

Una grave carenza di vitamina D determina un aumento del tasso di mortalità. Un deficit di tale vitamina rappresenta uno dei principali fattori di rischio per le malattie dello scheletro, soprattutto nelle donne anziane. In un recente studio, pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, alcuni ricercatori hanno esaminato un gruppo di circa 900 persone residenti in case di cura austriache, con un'eta' media di 84 anni. Nel 92,8 per cento dei casi di morte, i livelli di vitamina D erano al di sotto di quelli raccomandati. "I nostri risultati mostrano che la stragrande maggioranza dei residenti delle case di riposo e' gravemente carente di vitamina D e, inoltre, che quelli con i piu' bassi livelli di vitamina D sono ad alto rischio di mortalita'", spiega Stefan Pilz, ricercatore alla Medical University di Graz, in Austria, e autore dello studio. "E' necessario un intervento tempestivo per prevenire e curare la carenza di vitamina D. Alla luce dei risultati e sulla base di tutta la letteratura esistente sugli effetti negativi della carenza di vitamina D, occorrono strategie efficaci - ha concluso - per migliorare i livelli di vitamina D soprattutto nelle pazienti piu' anziane".

Commenta Stampa
di Marina Ciaravolo
Riproduzione riservata ©