Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protesta contro lo sfruttamento del lavoro nero

Stop allo sfruttamento: scioperano i migranti campani


Stop allo sfruttamento: scioperano i migranti campani
07/10/2010, 15:10

CASERTA - Saranno in sciopero venerdi 8 ottobre i migranti della Campania. Manifesteranno sulle rotonde stradali di Caivano, Licola, Pianura, Quarto, Casal di Principe, Castelvolturno, Villa Literno, Baia Verde, Giugliano, Qualiano, Afragola, Arzano, Scampia. E’ su queste rotonde stradali che ogni mattina, dalle ore 5 circa, migliaia di lavoratori accettano lavori mala pagati e sfruttati. I lavoratori manifesteranno per tutta la mattinata, attraverso cartelli che denunciano le deplorevoli condizioni lavorative. Si lavora anche per 25 euro facendo anche fino a dodici ore di lavoro al giorno. L’iniziativa lanciata dal movimento dei migranti e dei rifugiati di Caserta e supportata dalle reti antirazziste in tutta la regione, cerca di aprire una stagione di lotta al lavoro nero. In Italia il lavoro dei migranti non tocca solo il settore delle badanti. I lavoratori delle “rotonde”  ogni giorno contribuiscono alla crescita dell’economia nel settore edile e agro alimentare, ma restano nell’ignoto, per lo più costretti a farlo in condizioni inaccettabili.
 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©