Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

STRADE KILLER: 16 MORTI QUESTO WEEKEND


STRADE KILLER: 16 MORTI QUESTO WEEKEND
10/03/2008, 09:03

L’asfalto reso scivoloso dalla pioggia, la scarsa visibilità provocata dalla nebbia, l'alta velocità: sono le cause principali del tragico bilancio che ha insanguinato le strade italiane durante questo week-end. Circa 19 le vittime, tra cui 16 morti, per la maggior parte si tratta di giovani compresi tra i 20 e i 30 anni. Nel milanese e nel napoletano gli episodi più gravi, per un totale di sei morti: il primo intorno alla mezzanotte di ieri a Ribecco, sul Naviglio, a causa di una collisione frontale tra due auto, una Seat e una Peugeot, lungo la strada provinciale, che ha provocato la morte sul colpo di tre giovani kosovari. Poco dopo, all'alba, altri due incidenti si sono verificati nel Napoletano: due 28enni a bordo di una Volvo sulla tangenziale nei pressi dello svincolo di Agnano hanno perso la vita urtando dapprima il guardrail, e andando poi a schiantarsi contro un palo della luce; sulla A1, all'altezza di Afragola, un carabiniere di 27 anni è stato sbalzato contro la barriera spartitraffico ed è finito sulla carreggiata, coinvolgendo altre due auto i cui sei passeggeri sono rimasti feriti, uno in modo grave. A Bisceglie, nel Barese, un 25enne che si trovava al volante ubriaco è accusato di omicidio colposo per aver causato un grave incidente sulla statale, nel quale ha trovato la morte l’amico che era in macchina con lui. Tre i morti anche sulle strade di Bergamo: un ragazzino di 12 anni ha perso la vita in uno scontro frontale a Ciserano, mentre era a bordo dell'auto guidata dalla madre; un 50enne ha perso il controllo della sua Porche e si è schiantato contro un albero a Romano di Lombardia; un uomo di 46 anni è morto a casua di un frontale con un furgone tra Ghisalba e Martinengo. Ci sono state vittime anche nel Viterbese, dove un motociclista di 38 anni ha perso la vita all'istante scontrandosi con un camion. In Calabria, l’asfalto scivoloso si è rivelato fatale per un giovane di 26 anni, che si è scontrato con un’altra auto nei pressi di Isola Capo Rizzato, vicino Crotone. Ancora, tra Ancona Sud e Loreto, un 32enne è deceduto per aver perso il controllo della vettura, invadendo la carreggiata opposta e incendiandosi. In uno scontro tra due auto sulla provinciale 21 dell'Ennese, un pensionato di 79 anni è morto, mentre sua moglie e il conducente dell'altro veicolo sono rimasti feriti. Domenica notte, a Bologna, un altro incidente è costato la vita a un albanese di 27 anni, mentre un altro albanese 65enne è morto in uno scontro tra auto, a Fontanafredda, in provincia di Pordenone. Sempre in provincia di Pordenone, a Cordenons, è morto un 65enne alla guida di una Fiat Punto. 
 

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©