Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sospettata di aver usato il bancomat dei cadaveri

Strage Caselle, fermata la ex colf per complicità


Strage Caselle, fermata la ex colf per complicità
25/01/2014, 17:30

TORINO - Nuova svolta nel triplice omicidio di Caselle del 3 gennaio scorso, in cui persero la vita Claudio Allione, la moglie Mariangela Greggio, insegnante in pensione, e la suocera Emilia Dall'Orto. E' stata fermata l'ex colf Dorotea De Pippo, sospettata di essere stata complice dell'omicidio commesso dal suo ex Giorgio Palmieri. L'uomo ha confessato di aver fatto tutto da solo, ma le prove raccolte raccontano una storia diversa, secondo gli inquirenti. 
In particolare due elementi gettano un'ombra di sospetto sulla De Pippo. Il primo è l'esame del suo cellulare: le celle telefoniche agganciate dimostrano che si trovava nei pressi della villa dove gli Allione vivevano. Il secondo è il fatto che agli inquirenti risulta che abbia usato i bancomat della famiglia Allione per fare tre acquisti per un totale di 3750 euro. In uno di questi casi, all'acquisto sarebbe stata associata una carta punti di proprietà della donna. Per questo è scattato il fermo che entro lunedì dovrà trasformarsi in arresto oppure in liberazione. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati