Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Strage di Chevaline: Mollier era forse il reale bersaglio


Strage di Chevaline: Mollier era forse il reale bersaglio
20/10/2012, 12:12

Conclusa la perizia balistica sulla strage di Chevaline del 5 settembre scorso, l’esito è che il ciclista francese Sylvain Mollier fu colpito per primo. Inoltre, secondo la modalità con cui sarebbero partiti gli spari, è da escludere che a compiere l’insano gesto sia stato un killer professionista.

Lo scorso 5 settembre Sylvain Mollier, in congedo paternità per la nascita del suo terzo figlio, uscì con la bici per una passeggiata. Si ritrovò però al centro di una sparatoria in cui, oltre lui, rimasero uccisi anche un britannico di origine irachena Saad al-Hill, la moglie e la suocera. Da subito Mollier fu definito dal Procuratore “L’uomo che si è trovato nel luogo sbagliato al momento sbagliato”. Dai risultati delle indagini invece, sembrerebbe che il bersaglio fosse proprio Mollier.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©