Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

STRAGE DI ERBA: OLINDO, "SIAMO INNOCENTI, SOFFRIAMO"; CASTAGNA, "ASSASSINI"


STRAGE DI ERBA: OLINDO, 'SIAMO INNOCENTI, SOFFRIAMO'; CASTAGNA, 'ASSASSINI'
26/11/2008, 11:11

La Corte d'Assise di Como si è ritirata in Camera di consiglio per deliberare della sentenza sulla strage di Erba. Prima di questo, è stato sentito Azouz Marzouk, ma anche Olindo Romano ha chiesto di poter rendere dichiarazioni spontanee, nel corso delle quali ha protestato nuovamente la propria innocenza, affermando di essere dispiaciuto per quanto successo. Tra gli spettatori c'era anche Carlo Castagna, che in quella strage ha perso la moglie, la figlia e il nipotino di 2 anni che non è riuscito a trattenersi a quel punto e ha gridato: "Assassini", subito imitato dagli altri astanti, al punto che il Presidente della Corte ha minacciato di far sgomberare l'aula. Dopo di che Olindo ha proseguito dicendo che non sono dei mostri come sono stati descritti,lui e la moglie, ma persone come le altre, che soffrono.

Adesso c'è da attendere solo la sentenza, che probabilmente verrà emessa entro la giornata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©